Parlando di: Boardwalk Empire

Serie targata HBO (che come al solito è una garanzia), composta da 5 stagioni. Si è conclusa contando 56 episodi da 50 minuti.

Dopo vari movimenti anti-alcol nel 1920 negli Stati Uniti d’America viene approvata la legge che proibisce la vendita e il consumo di bevande alcoliche.
Si chiudono le porte principali del commercio legale degli alcolici, si aprono le porte sul retro dove la criminalità riesce ad organizzare un impero sul commercio di liquori.

Dapprima la serie si occuperà di Atlantic city, poi diventerà di più ampio respiro e andrà a toccare altre grandi metropoli del crimine, con i rispettivi gangster.
E cosi Atlantic city, Chicago e New York diventano scenario di giochi di potere e guerre sociali.

IL MIO PARERE: mmm da dove potrei partire per dirvi la mia opinione? partiamo dall’unica nota negativa? così la leviamo di torno e andiamo avanti!

unica nota stonata è la terza stagione che risulta lenta e ripetitiva nelle dinamiche, rispetto alle precedenti e alle successive stagioni. peccato perchè contiene un valido approfondimento su uno dei personaggi, e peccato perchè riesce ad appesantire di molto una serie che invece risulta molto scorrevole.

Per il resto si presenta come una serie di cruda realtà e disperazione, ma quasi non ce ne rendiamo conto persi tra scene di vita quotidiana, feste e musica.
La narrazione scorre velocemente e senza accorgercene vediamo un’episodio dopo l’altro.
Presenta un punto di vista cinico e spietato su una criminalità senza via di fuga.
Come ogni buona serie non mancano gli imprevedibili colpi di scena. I personaggi sono ben caratterizzati e si trovano al centro della scena, le loro vite vengono usate per raccontare il periodo storico, per farci capire la mentalità di quel tempo.

Piccola parentesi per Nucky…il personaggio di Enoch “Nucky” Thompson penso sia uno dei personaggi meglio scritti e interpretati della storia della TV. Un plauso va assolutamente a Steve Buscemi che è riuscito a dare una prova attoriale favolosa. Il suo personaggio si divide tra lo spietato affarista e il benefattore, tra l’uomo con saldi principi e il corruttore della morale, tra il pentito che non vuole perdere la sua anima e chi crede di non possederne più una. E la quinta stagione che presenta flashback del passato di quest’uomo è secondo me la più bella dell’intera serie.

Insomma è una serie che vi consiglio, scorre via come l’acqua e la finirete senza accorgervene.

Se avete visto Boardwalk Empire lasciatemi un commento con il vostro parere.
Per leggere altre mie opinioni potete andare QUI
e per seguirmi vi lascio tutti i miei contatti, e su TVSHOWTIME potete vedere tutte le altre serie tv che seguo o che ho già visto.

grazie alla prossima ^^

PER SEGUIRMI:
LA MIA PAGINA FACEBOOK
I FEED
ANOBII
GOODREADS
NIENTEPOPCORN
TVSHOWTIME
– E-MAIL E’: [email protected]